L’era solare

the-croods08

C’era una svolta per una famiglia preistorica. I Croods vivono rintanati nelle grotte, cercando di limitare i tanti pericoli di un mondo selvaggio, guidati da un padre iperprotettivo che elogia il potere difensivo della paura. Il microcosmo si alimenta di prede occasionali e di storie narrate al buio, con lo stomaco vuoto e la fantasia affamata. Tra loro oltre ad una madre consenziente, un figlio tonto, una suocera sempre attuale e una neonata animalesca, svetta la chioma rossa e ribelle di Hip, un nome che assomiglia al suono di un salto. La giovane, stanca di un’abitudine piena di castrazioni, salterà oltre le regole paterne, trovando nell’avventurosa curiosità di Guy un trampolino per la sua voglia di vivere.

Difficile non provare un retrogusto di dejà vù e non pensare ad una quinta era glaciale, rivisitata in salsa umana, con un pizzico di storia di ricostruzione familiare di stampa disneyana come nel (troppo) recente Brave. A completare il preconcetto il fatto che il regista Sanders abbia un passato da sceneggiatore (La Bella e la Bestia, Aladdin, Il Re Leone) in casa Mickey Mouse. Ma il pregiudizio è roba da cavernicoli e come il film insegna oltre alla testa bisogna usare anche un po’ di cuore. I Croods è un film che ne ha parecchio e lo mette al servizio di una narrazione elementare nella morale, così come nella rappresentazione.

Elementare perché parte dalla scoperta del fuoco, come metafora della novità che arde nello spirito, per poi avanzare con esilaranti peripezie tra acqua, terra e aria, con qualche omaggio al pianeta Pandora. I Croods sono in effetti avatar primitivi di ogni famiglia, nucleo inscindibile che segna il paradosso di un istinto protettivo che appartiene all’uomo e non agli altri animali, capaci di dire addio ai loro cuccioli. Il distacco dal pater familias è un percorso di formazione graduale, in cui i protagonisti crescono e si arricchiscono di un progresso morale più che che materiale. Perché per vivere nuovi mondi, bisogna adottare nuovi modi di pensare la vita.

Il film di Sanders è un semplice inno alla necessità della meraviglia, un invito a liberarsi dai timori che rinchiudono lo spirito critico nelle caverne delle rassicurazioni e correre in modo selvaggio verso la naturale spinta verso la conoscenza. E non a caso il viaggio dei Croods arriva a toccare le radici della letteratura classica, dal mito della caverna di Platone alle Colonne d’Ercole che segnano limiti valicabili dalla sete di sapere, sino all’Arca di Noè che raccoglie i protagonisti di un Nuovo Mondo.

Visivamente efficace nel rappresentare il passaggio da un mondo arido e regolare come la roccia ad uno variegato, multicolore e multiforme, I Croods mette in scena tutta la fatica di quella spinta genitoriale che lancia i figli verso il proprio destino, per non rimanere invischiati nel catrame dell’egoismo. Un film che fa imparare ai piccoli il valore della libertà ed insegna ai grandi la differenza tra occuparsi e preoccuparsi, tra voler bene e volere il bene, lasciando sempre quello spiraglio di luce che lega la grotta delle origini al sole del domani.

Giuseppe Grossi

Annunci

2 responses to “L’era solare

  • Luca

    Egregio SIg. GIuseppe Grossi, ho letto attentamente la sua recensione dopo aver visto il film e non posso che sottoscriverla parola per parola.
    Ho 38 anni e son padre di due figli di 7 e 4 anni e non mi vergogno a dire che il finale del film mi ha letteralmente commosso. A mio modesto parere uno dei migliori film d’animazione degli ultimi 10 anni.

    Luca

    • grogius

      Gentile Luca, grazie per il suo parere positivo. Per chi scrive di cinema incontrare la “benedizione” del pubblico è il massimo dei traguardi. Un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: