Anime gemelle

1963 in un Giappone metodico. Paese dedito alla tradizione e al rigore di ogni giorno in cui a variare sono solo il vento e il verso delle bandiere rivolte al mare. Una di queste è issata dalla giovane Umi, orfana di padre, morto nel mare della guerra. Le sue giornate sono ancorate ad una spenta abitudine. Prepara la colazione, va a scuola, pensa ad una madre lontana, cambia le coperte alla sua sorellina, ma non il suo pensiero rivolto alla nostalgia, stagnante come l’acqua dei fiori dedicati al genitore andato.  All’interno di questa assuefazione il giovane compagno di scuola Shun, inquieto e vivace, rappresenterà un motivo per smettere di idolatrare il passato e pensare ad un futuro.

Il cognome di Goro Miyazaki obbliga ad un forse ingiusto ma inevitabile confronto con il geniale padre Hayao (qui co-sceneggiatore). Il figlio conserva il tratto (della matita) ma non il tatto visionario delle storie paterne. Le colline dei papaveri è un film che, come i suoi due protagonisti, vive in bilico tra lo slancio verso il mondo degli ideali (il fermento scolastico, la rivoluzione culturale) e la necessità di aderire alla tradizione e alle regole. La sensazione è quella di dover rimanere dentro a dei binari narrativi invece di abbandonarsi al mare della fantasia. Manca il coraggio, ma non il cuore. Un anime di anime gemelle.

Se il regista non si chiamasse Miyazaki parleremmo solo di un film come inno (al Giappone) e alla semplicità. Di una storia di due giovani ragazzi che, tra papaveri e papà presunti, cercano di accettare l’amore come esperienza non peccaminosa del loro esistere. Non un elemento che ne comprometta la purezza, ma un sentimento che ne elevi gli animi. Proprio come una bandiera issata al vento.

Giuseppe Grossi

Annunci

One response to “Anime gemelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: