Nessuno scopo

Sesso e (mal) volentieri. Giornate piene di vuoti riempite da rapporti carnali. Il corpo (proprio o altrui) è nudo senza mai esserlo davvero, perché nasconde un malessere profondo, diventando il terreno di un masochismo mascherato da edonismo. Così vive Brandon, 40 enne erotomane, perennemente a caccia di altri per fuggire da se stesso. Un appartamento livido, un lavoro asettico, un portatile come fedele compagno di (dis)piaceri solitari persi nel virtuale. Uomo in-dipendente, affamato e ingordo, che concepisce ogni sorriso, ogni sguardo, ogni cenno come un lascia passare peccaminoso. Le donne sono una valvola di sfogo malato anche perché loro permettono di esserlo. Persino una sorella fragile che canta di continuo sulle corde della disperazione.

Shame affronta con stile crudo e inesorabile l’universo dello scompenso affettivo e dell’istinto sessuale fine a se stesso. E non lo riduce ad un fatto privato, non  permette che riguardi solo il suo protagonista disperato, ma lo disperde nell’abitudine sociale, in un mondo che lo giustifica ogni giorno, ovunque, in chiunque.

Gli affetti non hanno effetti; i due protagonisti sono legati dal sangue e da un passato arido di cui non ci interessa conoscere le cause, ma di cui sin troppo bene si vedono le conseguenze. La vita senza scopo. L’esistenza come sopravvivenza. Gli altri come s-oggetti utili solo a confermare che si esiste. Andare a letto o tagliarsi le vene. Fa lo stesso. Due modi diversi di farsi del male.

Mc Queen, con una regia mai banale, raffinata (fratello e sorella meritano solo riprese alle loro spalle, mai frontali) invadente, ma mai giudicante, rappresenta il sesso come totale dispersione del piacere, trasformandolo in masturbazione dolorosa e vuota. Venire senza mai arrivare da qualche parte.

Shame invece, ci riesce benissimo, senza vergogna, mettendo in difficoltà chi guarda. Arriva per forza. In chi si riconosce, in chi si imbarazza, in chi sente il disagio superare lo schermo ed irrompere in modo violento nelle nostre vite, nei nostri letti, spogliati da ogni pregiudizio.

Giuseppe Grossi

Annunci

2 responses to “Nessuno scopo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: