Londra anomala

 

 

 

Dimenticate Notting Hill. La Londra di London Boulevard è un postaccio qualsiasi, una città difficile e infestata di mediocrità come uno squallido quartiere di chissà dove. Per questo il glamour e la vita patinata è un lusso che non ci si può permettere. E’ quello che accade a Charlotte (Keira Knightley) giovane attrice (proprio come la Roberts in Notting Hill) depressa e oppressa, incapace di vivere il successo.

La sua casa diventa una prigione di insoddisfazione dove rimane rintanata a dipingere e a nascondersi dall’aggressività del mondo. Per cercare un po’ di pace e protezione assolve Mitchell (un buon Colin Farrell), ex galeotto dal cuore d’oro e dalle mani-ere pesanti. L’intreccio delle loro storie ci farà capire quanto le vite di una ricca star e di un uomo dal passato sporco di sangue che non vuole andare via, non siano poi tanto diverse. Charlotte vuole sfuggire dagli altri, mentre Mitchell scappa dal sé stesso che fu, da brutte compagnie invadenti che gli ricordano che spesso quello che siamo è molto più vero di quello che vorremmo essere.

London Boulevard è un buon film sull’assurdità della vita e a ricordarcelo ci pensano dialoghi sopra le righe, scene esasperate, personaggi grotteschi e una violenza insensata da cui però non si può prescindere e di cui nel finale si sente quasi la mancanza. Per questo l’amore, l’affetto e la misericordia diventano quasi fuori luogo e sprecati per un mondo il cui l’obiettivo (che si parli di gangster o paparazzi) è soltanto l’aggressività e l’invasione nelle vite degli altri.

A metà strada da un pulp movie e la gangster story, London Boulevard è un film amaro e diretto come un pugno allo stomaco in cui la bellezza (impersonata dalla Knightley) si può ammirare solo da un freddo cartellone pubblicitario, da lontano, dietro una vetrina piena di malinconia. La morale è che nella boulevard londinese, la “strada” più facile è quella della violenza e che le vie della redenzione sono tutte interrotte per lavori in corso.

Giuseppe Grossi

Annunci

One response to “Londra anomala

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: