Tra Madre e Padre natura

In principio era il verbo. Il verbo nascere o morire, fa lo stesso. La genesi cinematografica riscritta da Terrence Malick parte dallo smarrimento esistenziale che nasce dal lutto. Il dolore per la perdita di un figlio è l’incipit di un big bang interiore che pone in dubbio l’origine cristiana della vita. Da dove veniamo? Chi ci ha dato la vita e chi ce la toglie? E perché? Così la prima mezz’ora di The Tree of Life diventa un’apoteosi visiva di sprazzi di natura violentissima. Terra, acqua, aria e fuoco disegnano un cinema “elementare” nel senso puramente visivo del termine con la forza della natura che si esprime in modo magnifico ed inesorabile spaventando, affascinando e rendendoci consapevoli della nostra pochezza.

Ma la liricità di The Tree of Life non si ferma alla darwiniana visione dell’origine e affonda le sue radici in una storia di creazione molto più intima, ma non per questo meno straordinaria. È la vita di una famiglia americana degli anni ’50 in cui i complicati rapporti tra i tre figli e un padre severo (Brad Pitt) vengono descritti con mano poetica a dispetto del dramma che si sta raccontando. Attraverso i flashback del maggiore dei fratelli (Sean Penn) ripercorriamo  sprazzi di emozioni, dettagli di infanzia e  l’elaborazione del lutto che colpisce la sua famiglia con la perdita di uno dei figli. L’evento lascia una cicatrice indelebile nell’animo dei protagonisti e riporta Jack a rivivere il complesso edipico nei confronti del Padre, inteso come genitore e come Dio in cui credere o provare scetticismo.

The Tree of Life è un film “originale”, sia nel senso di indagine sull’origine della vita che in quello di opera straordinaria nel suo essere totalmente visionaria e straniante. Il film di Malick si impone come opera d’arte a tutto tondo, sintesi armoniosa tra immagini, suono e parlato. Questa esperienza di estasi visiva è certamente un’operazione difficile nel cinema odierno, pretenziosa (e per molti anche presuntuosa) e  la sua natura insolita rende limitato ogni giudizio in termini di bello o brutto e complica valutazioni oggettive sulla qualità della trama e del suo sviluppo.

Perché il film di Malick è un’opera evocativa capace di scatenare emozioni discordanti all’interno dell’animo di chi guarda; non vuole dire qualcosa di oggettivo, ma dare qualcosa al soggetto. Le sue immagini estatiche piene di amore e dubbi nei confronti dell’esistenza (temi di leopardiana memoria) pongono l’uomo come via di mezzo tra l’infinito e l’effimero, ma lo responsabilizzano perché egli nasce come creatura che crede in un Dio, ma diventa poi creatore stesso e le sue radici dovranno prima o poi trovare la forza di elevarsi a rami per i suoi frutti. I figli, l’amore e la meraviglia che ne deriva: il vero senso della vita al di là di ogni dubbio esistenziale.

Giuseppe Grossi

Annunci

2 responses to “Tra Madre e Padre natura

  • Tommaso

    Senza dubbio un’opera potente e curata a livello visivo, estetico, artistico. Ma vuota a livello emozionale. Ci si alza dalla poltroncina affaticati, spossati, senza nulla da ricordare. Malick fa cinema, ma non un film. Ok, è un gesto coraggioso e lo stimo. Ma anche presuntuoso e che dimentica il pubblico. Non mi ha convinto… Ne parlo anche sul mio blog: http://onestoespietato.wordpress.com/2011/05/28/the-tree-of-life-malick-delude/ confrontiamoci! 🙂

  • grogius

    L’aspetto singolare di questo film ( o meglio opera d’arte) è proprio questo: ogni parere trova senso e giustizia. Il tuo punto di vista è legittimo e in parte lo condivido. Ma quando vedi The Tree of life è come se fossi seduto di fronte ad un quadro. Il significato (e di conseguenza l’emozione) vive negli occhi e nel cuore di chi guarda e non necessariamente nell’opera stessa. Questo mi ha colpito, un effetto raro nell’aggressivo cinema di oggi (soprattutto made in U.S.A.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: